Misofonia Consapevole

I 7 MOTIVI PER CUI I TUOI CARI NON COMPRENDONO LA TUA SOFFERENZA MISOFONICA

Le dinamiche della misofonia creano tutta una serie di incomprensioni principalmente all’interno dell’ambito familiare.

Dai diversi sondaggi realizzati sulla misofonia emerge che le persone che ci innescano di più sono la nostra stessa famiglia o conviventi.

Questo può essere perché ci aspettiamo di più da loro per quanto riguarda il nostro rapporto personale ed anche perché siamo più disinvolti nell’esprimere i nostri sentimenti.

La questione è che esprimere i nostri sentimenti misofonici nel contesto familiare senza una sorta di filtro o con noncuranza può generare un ambiente ostile.

Il risultato è che “casa” diventa un altro campo di guerra invece di un luogo sicuro dove possiamo rilassarci dopo una giornata di tensioni e stress.

Le seguenti cause possono essere alcune delle ragioni per cui i tuoi cari potrebbero non comprendere le tue emozioni e sofferenza misofonica come tu vorresti:

MISOFONIA Cos'è

1) Comunicare il tuo disagio attraverso la rabbia

Se ti trovi in un momento di innesco, e quindi sei alle presse con tutte le dinamiche della risposta misofonica (lotta/fuga, palpitazioni, panico, ecc.) è altamente improbabile che in quel momento tu possa esprimere in modo comprensibile e ragionevole la tua sofferenza. Parlerai attraverso la rabbia e la frustrazione e il risultato sarà ancora più frustrante per che probabilmente verrai presso/a da nevrotico/a. Oltre a questo, sarà più difficile per te spiegare la tua condizione in un secondo tempo perché l'altra parte capisce che ti comporti in modo irrazionale e cercherà di evitarti ogni volta che l'argomento sulla misofonia viene fuori.
MISOFONIA Cos'è

2) Dare la colpa agli altri per la tua sofferenza

Le buone e brutte abitudini c’è l’abbiamo un po' tutti. Nonostante ciò, non puoi diventare il giudice delle buone maniere poiché la maggior parte delle volte sarai invitato/a a fare un giro per “quel paese”. Inoltre, quella persona potrebbe sentirsi offesa dalle tue accuse e si chiuderà ulteriormente alla comprensione della tua sofferenza. Quando ci sono altre persone che sai che hanno un modo di mangiare, respirare o muoversi che consideri “sbagliato”, a prescindere di quanto possa essere vero o meno, lascia stare quel pensiero che sono “dei maleducati” o “è tutto colpa loro”. Non solo questo comportamento peggiorerà la possibilità di essere compreso/a ma non ti farà neanche bene a livello subconscio poiché diventerà più difficile sviluppare le tue capacità di gestione. Attenzione però, non devi nemmeno incolpare te stesso/a. La miglior strategia “veloce” in questi casi è ripeterti a modo di mantra che è la misofonia, e che non puoi controllare ciò che fanno gli altri.
MISOFONIA Cos'è

3) Non essere consapevole dell’emozioni che susciti negli altri

La misofonia crea in te una valanga di emozioni, che vengono fuori e travolgono a chi sta di fronte in modo inaspettato o incomprensibile. Si sa bene quanto sia difficile evitare di non sfogarsi con la persona che sta creando l’innesco, a volte è più forte di te e finisce che quella persona riceve quel tuo sguardo malefico, uno strillo o una reazione di repulsione. Anche se hai cercato di spiegare la tua misofonia in precedenza, per chi ti sta intorno è molto difficile comprendere che tutte quelle cascate di emozioni sono per via dell’innesco, e quindi, è normale che sentano che quel disgusto che provi sia nei loro confronti. Tu avrai la misofonia, ma chi ti sta intorno avrà anche le su paure, frustrazioni e vulnerabilità. Perciò chi è fonte d’innesco può adottare anche un atteggiamento difensivo perché si sente criticata o minacciata dal tuo comportamento misofonico. Il risultato è proprio quello indesiderato: quella persona tenderà a chiudersi mentalmente, mettendo in atto tutta una serie di filtri che impediranno di ricevere informazione e di comunicare con te.
MISOFONIA Cos'è

4) Spiegare il disturbo senza esserti preparato prima

Anche se non ti trovi in un momento d’innesco, parlare con un tuo caro sulla misofonia, specialmente se è la prima volta, ti potrebbe mettere a disagio, creando tutta una serie di blocchi nella comunicazione che ti può portare a trasmettere il messaggio sbagliato. Per questo motivo è importante pianificare ciò che si vuole comunicare, da quali punti vuoi cominciare e soprattutto cerca di non inserire all’interno del discorso rimproveri, accuse e critiche. La chiacchierata deve essere centrata sulla misofonia e i meccanismi che essa scatena. Cerca di evitare di diventare emotivo/a in quanto potrebbe essere frainteso come una manovra manipolativa o che stai “ricominciando con le tue solite nevrosi”. Se ci sono delle asprezze con quella persona che vanno al di là della misofonia, lascia perdere e tieniti il più possibile lontano da argomenti discordanti.
MISOFONIA Cos'è

5) Mancanza di diagnosi ufficiale

Uno dei maggiori ostacoli che esistono per sensibilizzare le persone sulla misofonia è la mancanza di una diagnosi ufficiale. Il risultato è abbastanza frustrante perché sembra che ci stiamo inventando tutto o che tutti i meccanismi della misofonia siano solo tratti della nostra personalità. A questo si aggiunge la particolarità della irrazionalità che caratterizza questa patologia. Per questo motivo è necessario prepararsi non solo con tutti i punti che desideri affrontare durante la conversazione, ma anche con documenti pertinenti che parlano della ricerca scientifica riguardante la misofonia. Il dépliant che potrai scaricare alla fine di questo articolo può essere un valido documento di supporto.
MISOFONIA Cos'è

6) Non allenarti per sviluppare le capacità di gestione (coping skills)

Sviluppare la capacità dell’autoregolazione emotiva è essenziale non solo per gestire in modo più efficace il tuo mondo misofonico ma anche per sviluppare una capacità di comunicazione più centrata, coerente e meno impulsiva. Puoi avere tutta una serie di risorse per supportare l’argomento della misofonia, ma se non hai un certo tipo di controllo né consapevolezza delle tue emozioni e i meccanismi che stanno dietro la misofonia è molto probabile che la tua comunicazione abbia uno stile passivo-aggressivo o manipolativo. Quando non si lavora sulla propria consapevolezza, c’è una tendenza nell’assumere il ruolo di vittima o di martire, al fine di indurre gli altri ad assumersi la responsabilità nei confronti dei tuoi bisogni. Questo può provocare nel tuo interlocutore sentimenti di frustrazione, confusione o risentimento.
MISOFONIA Cos'è

7) Avere delle aspettative

Non sempre avremmo la comprensione che desideriamo da parte dagli altri. E su questo non c’è molto che puoi fare. Prima di parlare con una determinata persona riguardo la tua misofonia, preparati anche per la possibilità che quella persona non riesca a comprendere a fondo la tua sofferenza. Se te ne rendi conto che la persona non mostra interesse o non riesce a capire il tuo disturbo, fermati subito. In questi casi la miglior cosa da fare è evitare di diventare frustrati poiché passare dalla frustrazione alla rabbia è un attimo. E come detto in precedenza, comunicare attraverso la rabbia è la peggior cosa che puoi fare. Puoi dire alla persona che senti che forse non ti stai spiegando nel modo giusto giacché parlare di questa condizione ti rende davvero a disagio. Allo stesso tempo fagli sapere che è importante per te che lei/lui capisca la tua sofferenza perché hai paura di ferire i suoi sentimenti quando sei nel mezzo di un innesco. E questa non è assolutamente la tua intenzione. Quindi chiedi gentilmente alla persona di leggere il dépliant in modo che lei o lui possa capire meglio la dinamica di questa patologia.

Ma ricorda che non puoi obbligare qualcuno a comprenderti.  Sii consapevole che gli altri possono avere le loro proprie resistenze o blocchi subconsci, e questi fanno parte della loro personalità, credenze limitanti, ecc.  E tu questo non lo puoi ne controllare ne cambiare. Non è una tua responsabilità.

Fai del tuo meglio ma sempre con la consapevolezza che non puoi controllare gli stati d’animo ne il pensiero degli altri. 

IN SINTESI:

1) Evita di far capire la tua misofonia nel pieno di un innesco o quando sei arrabbiata/o o frustrato/a

2) Non diventare il giudice per eccellenza delle buone maniere. Evita di voler controllare ciò che fanno gli altri.

3) Sii consapevole che le tue reazioni misofoniche possono scatenare negli altri un atteggiamento difensivo.

4) Pianifica in anticipo ciò che vuoi comunicare con il tuo caro. Scrivi i punti più importanti per te e lascia fuori le critiche. Cerca di evitare di diventare emotivo/a.

5) Anche se non c’è una diagnosi ufficiale sulla misofonia, ci sono delle ricerche scientifiche e professionisti nei diversi campi della medicina che scrivono al riguardo. Stampa ciò che consideri che può servirti come supporto alla conversazione. Alla fine di questo articolo, troverai la possibilità di scaricare gratuitamente una guida in pdf per i tuoi cari.

6) Lavora con costanza sulle tue capacità di gestione. In questo articolo troverai ulteriore informazione.

7) Non avere troppe aspettative sugli altri. Non tutti saranno in grado di capire il tuo disagio. Prendi atto e non fare di questo la fine del mondo. C’è tanto altro che puoi fare per migliorare la tua condizione!

Hai difficoltà a comunicare la tua sofferenza misofonica con chi ti sta intorno?

Ecco per te una guida GRATIS che puoi scaricare e farla leggere a chi tu vuoi.

    Questa guida ha come obbiettivo: 

    • Far capire alle persone che la Misofonia è un vero e proprio disturbo neurofisiologico
    • Diffondere la comprensione di questo disturbo alla famiglia, amici e/o colleghi.
    • Fornire dei suggerimenti per trovare un sano equilibrio nei rapporti interpersonali

    PER COSA TI SERVE AIUTO?

    GUARDA LE MIE PRINCIPALI RISORSE IN QUESTE CATEGORIE

    MISOFONIA Cos'è

    Sapere di più sulla Misofonia

    Hai appena scoperto di soffrire di misofonia? Vuoi sapere cosa dicono le ricerche scientifiche o capire quali sono gli atteggiamenti che peggiorano questa condizione?

    Allora clicca il pulsante qui in basso per esplorare i diversi argomenti all'interno di questa categoria.

    Misofonia e rapporti interpersonali

    Vuoi affrontare la "situazione misofonica" con i tuoi cari? Vuoi fare chiarezza sulle dinamiche delle tue emozioni? Vuoi trovare un modo per farti aiutare da chi ti sta vicino?

    Allora vai al contenuto di questa categoria.

    meditazione per la misofonia

    Come gestire la Misofonia

    Vuoi sapere di più su come la pratica del Kundalini Yoga è di utilità per la gestione della Misofonia? Non hai mai praticato yoga o meditazione e hai paura che non sia adatto a te?

    Allora esplora i contenuti di questa sezione dove troverai informazione chiara, reale e approfondita su questa disciplina.