Misofonia Consapevole

MISOFONIA CONSAPEVOLE

(MISOFONIA: un'avversione ai rumori della masticazione altrui)

sopravvivere - convivere - VIVERE con la Misofonia:

Impara in modo efficace strategie di adattamento attraverso tecniche del Kundalini Yoga (anche se non hai mai praticato yoga)

Tutto è iniziato un giorno anonimo negli anni ’80. Avevo circa 10 anni. Stavo pranzando con i miei genitori e non riuscivo a smettere di prestare attenzione al modo in cui mio padre masticava il suo cibo. Non era una cosa solo fastidiosa,

ERA ANGOSCIANTE.

Mi sentivo come se fossi invasa da una rabbia incontrollabile e da una totale impotenza. Volevo solo che smettesse immediatamente di fare quel rumore insopportabile con la bocca.

Ho cercato di dirgli quanto mi sentivo male mentre mangiava il cibo, ma la mia reazione isterica, unita all’assurdità della mia richiesta, non mi ha aiutato per niente…

 E da quel giorno iniziò la tortura…

BENVENUTA/O A MISOFONIA CONSAPEVOLE

Ciao, Sono Soledad Surace (nome spirituale Aghia Kirti Kaur) sono misofonica e sono un’insegnate di Kundalini Yoga.

So esattamente come ci si sente quando la rabbia e la disperazione invade il tuo corpo solo perché qualcuno sta masticando accanto a te.

So bene cosa significa distogliere lo sguardo da una persona che sta facendo qualcosa che anche se non la senti, puoi immaginare già il rumore che farà.

So cosa significa calcolare i passi della mia vita quotidiana per evitare il più possibile di essere “innescata” da quei suoni che il mio cervello interpreta come avversivi.

Quando guardo indietro e ricordo quei momenti di pesante sofferenza mi sorprendo (e sono così grata) che le reazioni fuori controllo, la rabbia profonda, le sensazioni di impotenza, frustrazione e confusione, non fanno più parte della mia realtà. Fanno solo parte di un ricordo che comunque sono ancora vivi nella mia mente.

Non sono guarita dalla misofonia. Ancora c’è, è lì, ma il mio rapporto con questa condizione è esponenzialmente cambiato.

Ed ecco perché sono qui, in questo spazio virtuale. Perché voglio condividere con te, misofonico/a, la mia esperienza, il mio percorso, che può essere di tantissimo aiuto anche per te.

Dopo un breve periodo di tempo di pratica del kundalini yoga ho iniziato a notare dei lievi cambiamenti nella mia misofonia che poi sono diventati cambiamenti significativi.

Ho faticato. Non è stato una passeggiata. Ho dovuto affrontare i “miei mostri interiori” come l’ansia e la paura. Ho imparato a cambiare il modo di vedere me stessa ed anche gli altri, lavoro non facile perché si ha a che fare con il subconscio e con tutto un insieme di schemi mentali che in realtà sono solo credenze autolimitanti.

Questo lavoro non finisce mai. Ma in questo percorso inizi a vedere che c’è una versione sempre migliore di te stessa/o, ed una volta trovata, vuoi solo nutrirla e svilupparla e non la vuoi più perdere di vista.

Perché è la tua forza, il tuo coraggio, la tua luce, la tua determinazione nel voler vivere una esistenza felice.

Se vuoi trovare la tua miglior versione di te stesso/a, non stai cercando la “pillola magica”, vuoi sfidarti e sei determinata/o a passare dalla sopravvivenza misofonica a vivere una vita decente,

Allora io sono qui per guidarti in questa direzione.

DA SAPERE:

Questo sito è stato organizzato in modo che tu possa trovare le informazioni più rilevanti a seconda del punto in cui ti trovi in questo momento con la tua misofonia. Anche se ci sono molte informazioni disponibili nelle diverse sezioni, è importante che tu sappia che tutto ciò che riguarda la pratica della meditazione, percorsi guida e qualche dose di ispirazione in più le condivido esclusivamente attraverso l’email.

Unisciti alla mia lista email per essere guidata/o nel percorso di pratica più adatto a te

    Un viaggio di 1000 miglia inizia con un solo passo

    LAO TZU
    Condividi su facebook
    Condividi

    SCEGLIAMO DOVE FOCALIZZARE LE NOSTRE ENERGIE

    Ma è possibile che la misofonia sia sinonimo di essere più intelligenti?

    I misofonici avranno un super potere che non sono riusciti a sviluppare?

    I tuoi antenati erano pazzi?

    Onestamente…. mi chiedo, ed io cosa ci faccio con tutti questi interrogativi?

    Proprio niente!

    Quello che so è che la scienza finora non ha capito molto su questa condizione, e la risposta a queste domande (e tante altre del genere “conseguenziale”) non hanno una risposta concreta. Quindi la risposta sarà sempre Si e No. 

    Quindi, almeno che non sia un sondaggio per la raccolta di dati scientifici proposto dagli scienziati, queste domande sono solo una trappola che ci fanno entrare in infiniti spiragli di intrighi e ci fanno solo perdere tempo ed energie.

    Un altro modo molto efficace di sprecare le energie è quello di passare l’intera giornata a pensare (e dire):

    “Le persone hanno pessime abitudini a tavola”

    “la gente è maleducata”

    “Povera me”

    Anche se tante volte è così, non possiamo fare altro che prenderne atto. Punto.

    Io ero una macchina di lamentarmi, Quando non mi sentivo una vittima incompresa avevo dei pensieri del genere che se le dicevo a voce alta, sarei stata arrestata.

    Aggiungi a questa mentalità altre sfide che la vita ti presenta.. risultato: una valanga inarrestabile di ansia e frustrazioni.

    Quando ho deciso di smettere con questi comportamenti ho iniziato a provare gradualmente una sensazione di LEGGEREZZA.

    A volte non ce ne rendiamo conto di quanto peso ci mettiamo sulle spalle da soli e inutilmente.

    Il dato di fatto è che la rabbia può essere trasformata in azione. La rabbia, a livello energetico, nasce nella nostra zona addominale. Lo stesso posto dove nasce la nostra forza di volontà, di spinta e determinazione.

    Immagina di trasformare tutta quella rabbia misofonica irrefrenabile che senti in capacità di azione..

    Potente vero?

    Bene. Allora la prima cosa da fare è focalizzare le tue energie su aspetti che puoi controllare.

    Basta lamentele, basta pensieri negativi, basta procrastinare!

    Mettiti al lavoro: nella tabella qui sotto troverai degli argomenti principali. Scegli quello che in questo momento tieni più a cuore. Ti suggerisco di iniziare sempre dalla introduzione di ogni argomento, così che la tua esperienza di navigazione in questo sito sia più fluida e ordinata. 

    Ci vediamo nei prossimi articoli!

    PER COSA TI SERVE AIUTO?

    GUARDA LE MIE PRINCIPALI RISORSE IN QUESTE CATEGORIE

    MISOFONIA Cos'è

    Sapere di più sulla Misofonia

    Hai appena scoperto di soffrire di misofonia? Vuoi sapere cosa dicono le ricerche scientifiche o capire quali sono gli atteggiamenti che peggiorano questa condizione?

    Allora clicca il pulsante qui in basso per esplorare i diversi argomenti all'interno di questa categoria.

    Misofonia e rapporti interpersonali

    Vuoi affrontare la "situazione misofonica" con i tuoi cari? Vuoi fare chiarezza sulle dinamiche delle tue emozioni? Vuoi trovare un modo per farti aiutare da chi ti sta vicino?

    Allora vai al contenuto di questa categoria.

    meditazione per la misofonia

    Come gestire la Misofonia

    Vuoi sapere di più su come la pratica del Kundalini Yoga è di utilità per la gestione della Misofonia? Non hai mai praticato yoga o meditazione e hai paura che non sia adatto a te?

    Allora esplora i contenuti di questa sezione dove troverai informazione chiara, reale e approfondita su questa disciplina.

    FATTI BUFFI SU DI ME

    • Sono madrelingua spagnola, ma da quasi 15 anni che nella mia vita quotidiana parlo solo in italiano. Ho fatto l’università in lingua inglese. Si, sarò trilingue, ma ci sono delle giornate che non riesco a dire una frase in nessuna delle 3 lingue!
    • Ho iniziato a praticare il Kundalini Yoga non avendo idea di cosa significasse veramente meditare né praticare yoga. Da piccola ho sempre praticato sport (pattinaggio artistico (salti) e pallavolo) ma un albero aveva più flessibilità di me.
    • Ho finito il liceo e ho iniziato subito a lavorare, ai 25 anni sono andata a vivere in Medio Oriente, Ho iniziato a studiare nell’università ai 34 anni, non ho figli (propri) e ancora non mi sono sposata. La cosa “normale” per me è essere coerente con sé stessi e non con quello che gli altri vogliono che tu sia.
    • I miei nonni erano italiani, armeni e spagnoli, ma io sono nata in Argentina. Quando andavo in giro per il mondo (facevo l’assistente di volo) mi chiedevano se ero turca, greca, spagnola, italiana. Ho notato che la mia identità argentina viene fuori solo quando si sente il mio accento “Bergogliano”.
    • Per me è più difficile pronunciare correttamente le parole “ciliegia” e “ciabattine” che gestire la mia misofonia.

    Questo sito è stato organizzato in modo che tu possa trovare le informazioni più rilevanti a seconda del punto in cui ti trovi con la tua misofonia. Anche se ci sono molte informazioni disponibili nelle diverse sezioni, sappi che tutto ciò che riguarda la pratica della meditazione, percorsi guida e qualche dose di ispirazione in più le condivido esclusivamente attraverso l’email.

    Unisciti alla mia lista email per essere guidata/o nel percorso di pratica più adatto a te