Misofonia Consapevole

I MITI SULLO YOGA IN OCCIDENTE

Donne giovani e smaglianti, magre, flessibili, visi rilassati

Paesaggi mistici, mare, montagne, natura, pace… tanta pace

Queste sono alcune delle caratteristiche di come lo yoga viene rappresentato sulle riviste, tv, internet, ecc.

Anche io alcune volte utilizzo alcuni di questi elementi nella mia infografica. Lo confesso.

Ma aimè queste immagini non riescono a comunicare il vero scopo dello yoga. È come se dicessero ad alta voce “ehi, se non sei in perfetta forma e non abiti sull’Himalaya non pensare nemmeno di provarci”.

Poi trovi articoli che parlano della tendenza o moda dello yoga che costruiscono un profilo di questa disciplina basato sull’apparenza e non sui veri e profondi benefici che ci dona una pratica costante dello yoga.

Si parla tanto di staccare la spina “rimanendo immobili e fermando la mente”, affermazione che tralascia il vero processo della meditazione e facendo credere a chi per la prima volta si avvicina a questa pratica, che tutte le forme di meditazioni sono uguali.

Per completare il tutto, lo yoga ha acquisito quel velo di femminilità, soprattutto perché quando non vediamo donne in smagliante forma vediamo donne in gravidanza che fanno yoga.

Non me ne vogliate, ma questa “pubblicità” è piuttosto limitata perché esclude il resto dei comuni mortali che potrebbero migliorare significativamente la loro vita attraverso questa pratica, ma a causa di questa impostazione occidentale sullo yoga, non considereranno mai di avvicinarsi a questa disciplina.

Come puoi riconoscerti in quei praticanti quando ti guardi allo specchio e magari sei isterico/a, non in forma e con poco tempo da dedicare a te stesso/a?

In genere ci avviciniamo a quelle attività perché ci sentiamo identificati con un determinato gruppo di persone che abitualmente le pratica o perché semplicemente ci ispira.

Le immagini che si focalizzano sulla componente fisica dello yoga, conosciute come “asana”, e sulla perfetta isometria della posizione, fa erroneamente capire che è questo l’obbiettivo assoluto da raggiungere attraverso la pratica. E no… non è così.

Ma continui a sentire qua e là che lo yoga fa bene, che dovresti provare, che aiuta tantissimo per diversi malanni, ecc.

Perciò, nonostante quell’errato messaggio che trasmettono quelle immagini e convinto/a a metà, inizi a cercare su internet e vieni sopraffatto/a da diversi tipi di yoga e meditazioni. Potresti anche imbatterti in qualche articolo o recensione di qualcuno che ha avuto una esperienza spiacevole o che dice che ha sentito dire che lo yoga è pericoloso…

Fai un ultimo tentativo di ricerca e cerchi di trovare qualche informazione più obbiettiva guardando su Wikipedia… ma dopo aver letto qualche riga sembra che stai a fare un corso di filosofia orientale.

Il tuo obbiettivo iniziale di capire qualcosa in più sullo yoga è finito in un oceano di confusione…

E ti chiedi: “ma un po’ di semplicità no?”

A questa realtà si somma il fatto che se soffri di misofonia ti senti ancora più in ansia perché hai paura di venire innescato/a alla prima lezione di prova. E vorresti evitare l’ennesimo episodio di essere innescato/a quando fai un’attività che in realtà dovrebbe darti un momento di pausa dai tuoi impegni (e inneschi) quotidiani.

Alla fine, decidi di lasciar perdere.

È ora di cambiare tutta questa impostazione.

IN QUESTO ARTICOLO:

meditazione per la misofonia

LA PRATICA DELLO YOGA: UNA SCIABOLA PER LE SFIDE DELL’ERA MODERNA

Questo articolo non intende spiegare ogni forma di yoga ma mettere in luce il vero concetto dello yoga, in particolar modo del Kundalini Yoga, spogliandolo dalle solite costruzioni occidentali.

PRIMA DI TUTTO: CHE COS’È LO YOGA?

Lo yoga è una disciplina millenaria che ha le sue origini nell’esperienza umana. Si dice che le scienze dello yoga siano state sistematizzate e usate nella loro forma evoluta più di 40.000 anni fa.

Erano insegnate pubblicamente e integrate alla vita quotidiana. Il lavoro dei primi yogi consisteva su tangibili osservazioni di energia e sugli effetti che diverse attività e comportamenti potessero avere sull’equilibrio di queste stesse energie nell’individuo.

Essenzialmente, lo yoga è una relazione tra corpo, mente e spirito. In effetti, la parola “yoga” viene dalla parola biblica “yoke”, essa ha origine dalla parola-radice sanscrita “jugit”. Entrambe significano “mettere insieme” o “unire”. Lo yoga è l’unione della coscienza unitaria individuale con la Coscienza Infinita Universale.

Tantissime persone in Occidente, se non la grande maggioranza, si avvicinano alla pratica dello yoga per poter gestire meglio lo stress prodotto dalla vita quotidiana ed anche per poter risolvere problemi alle articolazioni, muscoli e ossa.

Nonostante con la pratica dello yoga tutto ciò può avvenire, la sua pratica ha dei benefici più ampi giacché le tecniche o esercizi che lo yoga racchiude ci aiutano a vivere una vita sana, felice e spiritualmente consapevoli.

Lo yoga ci porta ad avere una conoscenza più profonda del nostro vero Sé.

Ci aiuta ad esplorare le nostre varie dimensioni, la nostra natura e il nostro potenziale di essere umani.

Ci fa scoprire delle risorse che sono sempre state lì, nel nostro interiore, e ci insegna in modo preciso e consapevole a come utilizzarle.

COS’È IL KUNDALINI YOGA?

Il Kundalini yoga se lo può definire come lo yoga della consapevolezza.

Le tecniche ed esercizi del Kundalini yoga formano il manuale d’istruzione per la consapevolezza umana.

La consapevolezza è l’interazione attiva tra la nostra identità Finita individuale e la nostra Identità Infinita potenziale, ossia, l’interazione tra il nostro corpo-mente con il nostro spirito.

La Kundalini è una energia che dorme dentro di tutti noi. È l’energia della Coscienza, l’energia dell’anima stessa che giace avvolta e dormiente alla base della spina dorsale.

La parola “Kundalini” significa letteralmente “il ricciolo nel nodo del capello dell’amato”.

Praticando il Kundalini yoga fa sì che questa energia venga elevata attraverso il canale centrale lungo la spina dorsale, chiamato “sushmana” e raggiunga la cima della testa (il chakra della corona) dove si trova il “cancello” che ci connette con l’Infinito.

Tutte le forme di yoga si focalizzano sulla stimolazione e sulla regolazione dell’energia umana che è la vera essenza della coscienza.

Yogi Bhajan, maestro del Kundalini Yoga, ha detto che ci sono più di 22 forme primarie di pratica dello yoga, ognuna delle quali enfatizza sfaccettature o parti diverse dall’intera scienza dello yoga.

Alcune possono enfatizzare l’uso della forma del corpo, come lo Hatha Yoga, altre enfatizzano l’uso del suono (mantra), come nel Laya Yoga, o l’uso di forme visive, come lo Yantra Yoga.

Tutte le diverse sfaccettature dello yoga sono descritte nei “Sutra di Patanjali”: il testo definitivo dello yoga, che fu composto nel 200-800 D.C. I Sutra descrivono le 8 “membra” o “parti” della pratica dello yoga.

I Sutra di Patanjali si possono considerare come una cartina del processo di risveglio e realizzazione delle possibilità umane che sono presenti in ognuno di noi. Il Kundalini yoga, a differenza degli altri tipi di yoga, include tutte le 8 “membra” o parti in ogni sua sequenza di esercizi completa (kriya).

LA PRATICA DEL KUNDALINI YOGA

La pratica del Kundalini yoga consiste in fare una serie specifica di esercizi dove si abbinano le “asana” (posizione del corpo), “mudra” (posizione delle mani),” pranayam” (respiro) “mantra” (ripetizione di frasi o parole nella lingua del “Gurmukhi” o in inglese) e focalizzazione degli occhi.

Le sequenze di esercizi e le meditazioni del Kundalini Yoga utilizzano tutti o alcuni di questi elementi. Ci sono migliaia di sequenze e meditazioni che sono state tramandati così come sono dal maestro Yogi Bhajan, che ha portato questa millenaria tecnologia dall’India verso l’Occidente negli anni 70’.

Questo è il motivo per cui diciamo “Kundalini yoga come insegnato da Yogi Bhajan”, perché ci garantisce che le tecniche che andremmo a praticare hanno l’integrità e la saggezza così come sono state tramandate per secoli dai maestri e dagli yogi.

    I PRATICANTI

    Quando Yogi Bhajan iniziai ad insegnare il Kundalini Yoga in Occidente negli anni 70’, ha enfatizzato che questo tipo di yoga sarebbe stato di essenziale utilità per le generazioni a venire, facendo riferimento alle sfide che avrebbero avuto luogo durante e oltre il cambiamento epocale accaduto intorno al 2012, con il passaggio dall’Era del Pesce all’Era dell’Acquario.

    Il Kundalini Yoga è uno yoga per le persone che devono far fronte alle sfide quotidiane e allo stress che queste producono. È un percorso per tutti coloro che vogliono le abilità per affrontare con successo le sfide del nostro tempo.

    L’obbiettivo della pratica in sé non è l’esecuzione perfetta di ogni esercizio, ma la tua volontà di eseguirlo, osservando i tuoi veri e falsi limiti. Solitamente ogni esercizio viene fatto con gli occhi chiusi, questo è per evitare di entrare in competizione con gli altri ma anche con noi stessi. Si segue il flusso dell’esercizio e si cerca di coordinare al meglio possibile ognuna delle componenti richieste per eseguire ogni tecnica. È un continuo ascolto del nostro corpo e della nostra mente, scoprendo allo stesso tempo la connessione con il nostro spirito. È un viaggio personale al centro di noi stessi. Per questo motivo l’esperienza della pratica è varia e molto personale.

    I BENEFICI

    Ogni sequenza e meditazione del Kundalini Yoga lavora su diverse dimensioni e aspetti del nostro sé, su diversi organi e su diversi “Chakras” (centri energetici lungo il corpo), ma principalmente lavora sulla chimica del nostro cervello e sulla nostra mente.

    Se vuoi approfondire la tua conoscenza sugli effetti del Kundalini yoga puoi leggere “Il Kundalini Yoga come strumento per gestire la misofonia”

    Il Kundalini Yoga è una tecnologia potente e pratica, utile a generare l’energia interiore necessaria per vivere e ad eccellere sotto le pressioni della nuova Era.

    Più specificamente, il Kundalini Yoga ti dà le risorse per:

    • Poter usare la mente in modo diverso, ossia, attraverso la meditazione avviene lo sviluppo della mente neutra che ti aiuterà ad avere più resistenza allo stress, chiarezza di valori per le decisioni che prendi

    • Ti dà la capacità di dare ordine al tuo cervello e alla tua mente

    • Ti aiuta a sviluppare saggezza, intuito e autocontrollo

    • Ti mette in contatto con il tuo Sé più elevato, con la tua vera identità, che ti aiuterà a comprendere il vero scopo della tua vita sulla terra, spazzando via la confusione che crea questa Era colmata da tanta informazione.

    IL KUNDALINI YOGA PER CHI SOFFRE DI MISOFONIA

    Ogni persona ha una sua particolare esigenza e necessità quando si avvicina alla pratica dello yoga. C’è chi può partecipare senza particolari problemi ad una lezione standard e c’è chi ha bisogno di una pratica su misura a seconda delle proprie necessità.

    Se fai una ricerca approfondita sul web, troverai che lo yoga si può adattare alle diverse esigenze a seconda di:

    misofonia e meditazione

    Nel caso della misofonia, l’ostacolo principale è la paura di essere innescati per via dei possibili rumori che possano fare gli altri partecipanti (insegnante compreso) durante la pratica. Uno dei maggiori timori è quando si applicano le tecniche di respiro (chiamate pranayama) che per un misofonico può significare doversi alzare e fuggire via dalla lezione.

    Ma la pratica dello yoga non è solo il pranayam. E non devi per forza praticare in gruppo.

    E qui è dove la versatilità del Kundalini Yoga entra in gioco.

    Nell’articolo “Oltre la paura: Come praticare il Kundalini Yoga e non essere innescati” troverai un riassunto su cosa ti puoi aspettare della pratica del Kundalini Yoga e conoscerai in modo più concreto le diverse componenti della pratica, e come si può creare una pratica personalizzata a seconda dei tuoi fattori d’innesco.

    (*) cliccando su ogni tipologia di malanni troverai degli esempi di progetti o ricerche (in lingua inglese) su come il Kundalini Yoga viene utilizzato per aiutare a chi ne soffre di queste malattie. L’esempi citati sono solo a scopo informativo e non costituiscono un consiglio medico: yoga per cardiopatici, pazienti oncologici, per disturbi psichiatrici, per il recupero dalle dipendenze,

    CONCLUSIONE

    In questo articolo ho cercato di spiegare meglio cosa significa praticare lo yoga, specialmente il kundalini yoga, e di allontanarsi dall’impostazione occidentale che fa perno sul concetto di “rilassarsi in una postura perfetta”.

    Se vogliamo creare una giusta e reale considerazione dello yoga dovremmo raffigurarlo come un viaggio o un processo verso il centro del Sé e come uno strumento potente e naturale per affrontare le sfide dei nostri tempi moderni.

    Non si tratta di tendenza o di moda, ma di quanto lo yoga si stia rivelando una potente risorsa per risolvere le proprie sfide personali nei tempi che corrono. Non lascia nessuno escluso e TUTTI possono avere accesso, indipendentemente dall’età, dalla condizione fisica e dai propri malanni.

     Bisogna solo trovare il percorso giusto che fa per ognuno di noi. Nel caso della misofonia, il Kundalini yoga è un ottimo aliato per gestire i diversi aspetti di questo disturbo, ed io, come misofonica e come praticante posso testimoniare gli enormi benefici che ho riscontrato attraverso la pratica di questa disciplina.

    ESPLORA GLI ELEMENTI DI PRATICA DEL KUNDALINI YOGA

    DURANTE QUESTE 4 SETTIMANE AVRAI:

    •  MEDITAZIONI BREVI E SEMPLICI 
    • VIDEO CON LE MEDITAZIONI GUIDATE
    • EMAIL SETTIMANALI CHE SUPPORTERANO LA TUA PRATICA
    • PIANO DI PRATICA PER ORGANIZZARE AL MEGLIO OGNI SETTIMANA

    Inserisci il tuo nome e la tua email ed inizia subito:

      PER COSA TI SERVE AIUTO?

      GUARDA LE MIE PRINCIPALI RISORSE IN QUESTE CATEGORIE

      MISOFONIA Cos'è

      Sapere di più sulla Misofonia

      Hai appena scoperto di soffrire di misofonia? Vuoi sapere cosa dicono le ricerche scientifiche o capire quali sono gli atteggiamenti che peggiorano questa condizione?

      Allora clicca il pulsante qui in basso per esplorare i diversi argomenti all'interno di questa categoria.

      Misofonia e rapporti interpersonali

      Vuoi affrontare la "situazione misofonica" con i tuoi cari? Vuoi fare chiarezza sulle dinamiche delle tue emozioni? Vuoi trovare un modo per farti aiutare da chi ti sta vicino?

      Allora vai al contenuto di questa categoria.

      meditazione per la misofonia

      Come gestire la Misofonia

      Vuoi sapere di più su come la pratica del Kundalini Yoga è di utilità per la gestione della Misofonia? Non hai mai praticato yoga o meditazione e hai paura che non sia adatto a te?

      Allora esplora i contenuti di questa sezione dove troverai informazione chiara, reale e approfondita su questa disciplina.