Misofonia Consapevole

GLI 8 ASPETTI FONDAMENTALI DA METTERE IN PRATICA PER GESTIRE LA MISOFONIA IN MODO EFFICACE

In seguito troverai una lista con 8 aspetti fondamentali che ti aiuteranno a portare una trasformazione positiva nella tua vita. Consideralo come un PREAMBOLO MISOFONICO che rimarrà sempre alla base del tuo percorso di trasformazione interiore.

A seconda della tua personalità, contesti sociali e storia personale, alcuni di queste accortezze saranno più facili di altre da mettere in pratica. Va bene così.

Ciò che conta di più è tenerli sempre in mente per ricordarsi quali sono gli aspetti a cui vuoi prestare maggiore attenzione per affrontare la tua misofonia in modo più efficace.

1) RIMPIAZZA I PENSIERI NEGATIVI:

Come già evidenziato nell’articolo “Sapevi che i tuoi pensieri creano la tua realtà?”, i pensieri modellano le nostre esperienze interne ma anche le nostre interazioni con il mondo esterno. 

Se lasciamo invaderci dai pensieri negativi e non facciamo nulla per correggerli, proietteremmo quella stessa energia non solo nel nostro corpo fisico e nella nostra salute ma anche nel nostro mondo esterno. Il risultato non può essere nulla di buono.

 Personalmente, quando vengo invasa dalle chiacchiere negative, inizio a fare mentalmente un mantra. Io ho scelto (ed anche ti lo consiglio vivamente) il mantra del Ho’oponopono, ossia ripetere mentalmente e di continuo le parole “mi dispiace, perdonami, ti amo, grazie”, dirette a te stesso/a. Se fai diventare questo mantra lo strumento quotidiano per correggere i tuoi pensieri negativi, diventerà in automatico un grandissimo alleato che comparirà in modo spontaneo nella tua mente ogni volta che ti sentirai pervaso/a dai pensieri deleteri.

2) LASCIA PERDERE LE LAMENTELE:

Anche su questo aspetto ho parlato nell’articolo “Perché dovresti smettere subito di lamentarti”. La cosa principale da ricordare è che lamentarsi toglie la tua capacità di azione. Ti toglie energie. Inoltre, così come con i pensieri negativi, parlando in modo negativo, confermiamo e riconfermiamo l’associazione di un innesco con una reazione emotiva, immagazzinandolo nel nostro subconscio. Più che far catarsi, stai potenziando una memoria nel tuo subconscio, che non fa altro che rafforzare le tue reazioni misofoniche e costruirne nuove. Anche in questo caso, la strategia della ripetizione del mantra ti può aiutare. Se indossi le cuffie, invece che ascoltare qualsiasi rumore bianco, ascolta musica con la frequenza 432hz o 528hz come illustrato anche nella guida per l’autoregolazione emotiva.

3) FAI QUALSIASI ATTIVITÀ FISICA:

Se non fai nessun tipo di attività fisica, sappi che ci vuole semplicemente una passeggiata quotidiana a ritmo moderato dai 20 ai 40 minuti per garantire la corretta secrezione di neurotrasmettitori, ossia, quelle sostanze chimiche che le nostre cellule cerebrali secernono per comunicare fra di loro e che sono responsabili del nostro tono dell’umore come le endorfine, serotonina e dopamina. Una diminuzione o alterazione di queste sostanze possono portarci ad avere un senso di paura, di essere limitati e di depressione. Per questo motivo, camminare tutti i giorni normalizza la secrezione di questi neurotrasmettitori che risulterà in uno stato del nostro umore più positivo e sarai più motivato/a nel raggiungere i tuoi obbiettivi.

4) MANGIA IL PIÙ SANO POSSIBILE:

Non è una novità che il mangiare sano faccia bene, ma tante volte sottovalutiamo il potere che hanno gli alimenti non solo sul nostro corpo ma anche sul nostro stato emotivo. Scegliendo uno stile alimentare sano, allineato alla nostra età ed esigenze di salute e metaboliche può portare dei grandissimi benefici, più di quanto siamo consapevoli. Il cibo è energia. Perciò decidi saggiamente che tipo di energia vuoi in circolazione all’interno del tuo organismo. Uno degli imbrogli più noti della nostra mente e che quando proviamo delle emozioni negative, riceviamo quel messaggio che dobbiamo mangiare qualcosa di “buono” per sentirci meglio (il famoso “comfort food”). Di solito questa tipologia di cibi “buoni” sono pieni di zuccheri, carboidrati e grassi saturi, che in realtà hanno un impatto devastante per il nostro organismo e di conseguenza sulla nostra psiche. Se non vuoi andare da un nutrizionista o dal medico (che è sempre un’ottima idea per farsi fare un piano alimentare personalizzato), evita il più che puoi il cibo spazzatura e riduce al massimo la quantità di caffe o bevande con caffeina.

5) SEI TU L’ARTEFICE DEL TUO PROPRIO CAMBIAMENTO, NON GLI ALTRI:

Evita di rendere responsabili della tua trasformazione a chi ti sta intorno. Concentrati sui tuoi obbiettivi che sono esclusivamente personali. Ricorda che l’unica cosa che puoi controllare è quello che fai tu, non gli altri. Per questo motivo, utilizza le tue energie per lavorare su di te e non le sprecare cercando di cambiare gli altri. Una volta che entri in questa filosofia, vedrai che sarà più facile avere Il supporto di chi ti sta intorno, ma prima di tutto lavora nel rasserenarti e migliorare il tuo tono dell’umore.

6) COMUNICA IL TUO DISAGIO IN MODO RASSERENATO:

Se in questo momento è importante per te ottenere un supporto all’interno del tuo contesto familiare, è importante seguire questi obbiettivi  e di sviluppare una comunicazione efficace. Se ancora non lo hai fatto, ti suggerisco di leggere “I 7 motivi per cui i tuoi cari non comprendono la tua sofferenza misofonica” dove troverai degli spunti per migliorare la situazione nel tuo contesto familiare. La cosa da tenere sempre in considerazione è di non cercare di ottenere un supporto comunicando attraverso la rabbia. Purtroppo la risposta misofonica annulla momentaneamente la nostra capacità di esprimerci in modo efficace, e quindi, invece di ottenere un aiuto o supporto, peggiora solo il nostro rapporto interpersonale. Se vuoi vedere dei cambiamenti nel tuo intorno, inizia da te.

7) ACCOGLITI E NON DIVENTARE IL TUO PEGGIOR GIUDICE:

Uno dei modi per evitare di cadere nelle pesanti autocritiche è quello di non avere delle aspettative. Concentrai sulle tue nuove abitudini, segui il flusso, sappi che ci saranno delle ricadute, ma che ti puoi sempre rialzare. Anche in questo caso tieni sempre presente quali siano i tuoi obbiettivi REALI così ti aiuteranno a non entrare nella modalità di frustrazione. La meditazione in questo caso agisce anche come un ottimo alleato per nutrire l’autostima e la tolleranza nei tuoi confronti. Perdonati e perdona gli altri, ognuno fa il meglio che può anche se le loro azioni non si allineano con ciò che ti aspetti.

8) SII COSTANTE:

CONSIDERA LA COSTANZA COME LA PILLOLA MAGICA. Se sei solita/o a dire la frase “faccio fatica ad essere costante”, non la ripetere né pensarla più. Fa parte della resistenza dello stato di comfort. Anche se non sei pienamente convinto/a, cambia frequenza ed inizia a raccontarti che tu sei capace e determinata/o e puoi essere costante. Ripetitelo a modo di mantra. Fai attenzione anche a prendere in modo superficiale i tuoi obbiettivi o di volerti autoconvincerti che ti sei impegnato/a con costanza in quegli nuovi obbiettivi. Sii onesto/a con te stesso/a. Se hai una vita con tanti impegni, scrivi ogni giorno quali attività e/o strategie hai fatto e, se applicabile, per quanto tempo. Ogni 7 giorni guarda i tuoi appunti e vedi cosa hai fatto veramente. Leggi quello che sei riuscito/a a fare di concreto ma senza giudizi. Se c’è bisogno di correggere qualcosa, si fa strada facendo. La cosa fondamentale è continuare e tenere duro.

"Se vuoi levare la pressione, semplicemente inizia” (2° sutra per l’Era dell’Acquario).

Yogi Bhajan
Condividi su facebook
Condividi

    PER COSA TI SERVE AIUTO?

    GUARDA LE MIE PRINCIPALI RISORSE IN QUESTE CATEGORIE

    MISOFONIA Cos'è

    Sapere di più sulla Misofonia

    Hai appena scoperto di soffrire di misofonia? Vuoi sapere cosa dicono le ricerche scientifiche o capire quali sono gli atteggiamenti che peggiorano questa condizione?

    Allora clicca il pulsante qui in basso per esplorare i diversi argomenti all'interno di questa categoria.

    Misofonia e rapporti interpersonali

    Vuoi affrontare la "situazione misofonica" con i tuoi cari? Vuoi fare chiarezza sulle dinamiche delle tue emozioni? Vuoi trovare un modo per farti aiutare da chi ti sta vicino?

    Allora vai al contenuto di questa categoria.

    meditazione per la misofonia

    Come gestire la Misofonia

    Vuoi sapere di più su come la pratica del Kundalini Yoga è di utilità per la gestione della Misofonia? Non hai mai praticato yoga o meditazione e hai paura che non sia adatto a te?

    Allora esplora i contenuti di questa sezione dove troverai informazione chiara, reale e approfondita su questa disciplina.